zen-a fiera benessere genova 2018 banner hp

La A.I.R.F.I. Accademia Internazionale di Riflessologia Facciale Italiana è lieta di collaborare con ZEN-A Fiera Benessere Genova 2017 alla realizzazione di un calendario di eventi ricco di interventi su Life Coaching e molto altro ancora!

VENERDì 10 FEBBRAIO 2017

ore 17-18 | RIFLESSOLOGIA FACCIALE ITALIANA - Impariamo ad intervenire in autonomia sul nostro volto nella gestione dei dolori alla TESTA
SALA CONFERENZE AUSTRO - MODULO 9 PRIMO PIANO

SABATO 11 FEBBRAIO 2017

ore 14-15 | RIFLESSOLOGIA FACCIALE ITALIANA - Impariamo ad intervenire in autonomia sul nostro volto nella gestione delle DOLENZIE ALLA SCHIENA
SALA CONFERENZE AUSTRO - MODULO 9 PRIMO PIANO

DOMENICA 12 FEBBRAIO 2017

ore 13-14 | RIFLESSOLOGIA FACCIALE ITALIANA - Impariamo ad intervenire in autonomia sul nostro volto nella gestione dell'APPARATO RIPRODUTTORE
SALA CONFERENZE AUSTRO - MODULO 9 PRIMO PIANO

Per informazioni:
BEATRICE MORICOLI e VITTORIO BERGAGNINI
Tel.: 02/36754200
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
www.dienchan.it

---

DIEN CHAN ZONE

Cosa è:
La Riflessologia Facciale è il frutto di uno studio ed una applicazione lunghissima da parte del Professor Bui Quoc Chau e degli insegnanti da lui formati, che ha prodotto molti schemi di proiezione di organi interni ed esterni e molti punti di azione che non hanno nulla a che vedere con i punti studiati da altre Medicine.

Dove si esegue:
Sul volto che è la SEDE naturale dei 5 organi di senso. Questi hanno il compito di trasferire ciò che percepiscono dall'esterno al nostro cervello, che a sua volta manda gli impulsi ricevuti attraverso il sistema nervoso e raggiunge ogni parte interna ed esterna del nostro corpo. Le riflessologie attraversano il nostro corpo utilizzando il canale del SISTEMA NERVOSO e quindi se vengono fatte nella zona dei 5 organi di senso (il volto),  hanno una risposta sicuramente maggiore che se vengono applicate in altre zone del corpo ove risiede unicamente il TATTO.

A cosa serve:
A ripristinare un corretto circuito energetico nel corpo.
A rimuovere blocchi interni causati sia da traumi fisici che da traumi emozionali.
Togliere gli stati di dolore soprattutto riguardo all'apparato osteo-articolare, muscolare in modo rapido e a volte definitivo.

Come agisce:
Lavora a livello di pronto soccorso sui sintomi dolorosi.
Lavora a livello preventivo e durante le disarmonie che colpiscono la persona con modalità cronica (problemi digestivi, problemi del sonno, cicli irregolari, disarmonie all'apparato urinario, mal di testa con varia origine ...)
Consente di meglio gestire gli effetti collaterali causati da medicinali importanti senza dover assumere ulteriori medicinali

Chi la trasmette nel corpo:
Dicevamo che agisce attraverso il sistema nervoso.
Ogni volta che stimoliamo, massaggiamo o lavoriamo con uno strumento un punto del viso, è come se pigiassimo un tasto di un computer: il tasto trasmette un comando alla memoria centrale e questi a sua volta ci consente di raggiungere le " periferie " che desideriamo: una esplorazione via internet, un foglio che stiamo scrivendo, una tabella specifica, un museo che si trova dall'altra parte del mondo, una chiamata telefonica ... Ci mette in collegamento con ciò che desideriamo raggiungere e così fanno le riflessologie.

Come funziona il trattamento:
L'operatore si dispone alla testa del ricevente, dietro questa, dopo averlo fatto accomodare sul lettino in posizione supina, controllando di mettere a suo agio il ricevente stesso sia apponendo un lungo cuscino sotto le sue ginocchia, sia coprendolo se lo desidera.
L'ambiente deve essere professionale, ben areato, rilassante con l'ausilio di musica se possibile.
I trattamenti possono durare da 5 minuti ad una ora.
Possono essere eseguiti in qualunque momento ed in qualsiasi luogo, quelli brevi cosìdetti da pronto soccorso, mentre i trattamenti della durata di una ora necessitano di un luogo apposito fornito di lettino da massaggio.

Rende anche più belli?
Prima di ogni effetto "curativo", la RIFLESSOLOGIA FACCIALE regala dei risultati sorprendenti a carico della pelle del volto.
Riattiva la microcircolazione e distende tutti i tratti del viso, quindi regala una elasticità alla pelle incredibile oltre a lavorare sugli inestetismi che alcune volte affliggono i volti.

Il consiglio:
Prima che il ricevente se ne vada, sempre gli si spiega cosa deve fare lui stesso sul suo volto sino all'incontro successivo in modo che il lavoro di tenere libero il circuito energetico continui senza sosta, visto che il ricevente stesso lo eseguirà quando lo desidera, da solo sul suo volto, una o più volte al giorno senza rischiare controindicazioni.

LO SVILUPPO RISPETTO ALLA MATERIA DI ORIGINE, MESSO IN ATTO DALL A.I.R.F.I.

  • Massaggi semplificati per zone d'azione
  • Protocolli per allergie ed intolleranze
  • Applicazione della medicina tradizionale cinese al trattamento sul volto e sul corpo attraverso le logge energetiche, le leggi che le regolano, i sei livelli, i circuiti globali del ciclo circadiano
  • Intervento di pronto soccorso, non per punti fissi ma per punti personali
  • Nascita e codifica del trattamento craniale della riflessologia facciale
  • Nascita e codifica del trattamento di estetica e relativa applicazione con l’utilizzo delle mani ideale per bambini, anziani, pelli delicate e rovinate

A.I.R.F.I.
Accademia Internazionale di Riflessologia Facciale Italiana

CONSIGLI PER CASA

DISTURBI DEL SONNO:
immagino una linea che attraversa orizzontalmente la fronte a metà, equidistante dalle sopracciglia e dall'attaccatura dei capelli, su questa linea effettuo dei movimenti ritmici utilizzando entrambe le nocche dei miei pollici, vado dal centro della fronte verso i lati e ritorno effettuando una pressione dolce ma ferma.
Lo stesso faccio seguendo il disegno delle mie sopracciglia, dal centro ai lati, andando e tornando.
Ora mi soffermo con un solo pollice al centro delle sopracciglia ed effettuo con la nocca dei movimenti rotatori.
Effettuo almeno 50 passaggi (per passaggio intendo andata e ritorno) per ogni zona.

DIGESTIONE DIFFICOLTOSA:
le arcate zigomatiche del volto equivalgono alle arcate costali e come nel nostro corpo sotto l'arcata costale di destra troviamo la zona epatica (fegato e cistifellea), sotto l'arcata costale di sinistra troviamo la zona gastrica (stomaco).
E' sufficiente appoggiare le nocche dei nostri pollici ai lati delle narici e da li partire con un movimento ritmico di andata e ritorno che solchi le nostre arcate zigomatiche.
Consigliati 30/50 passaggi.

MAL DI TESTA MUSCOLO TENSIVO:
con le nocche dei miei pollici o con il cerca punti detto omino ( lato con punta d'acciaio e lato con pallina rotonda di plastica nera) lavoro la parte centrale delle sopracciglia e poi tutta la zona centrale della fronte in uno spazio a forma di cerchio che va dal centro delle sopraciglia all'attaccatura alta dei capelli.
Scendo sulle due linee verticali di fronte alle orecchie, contemporaneamente, utilizzando le nocche dei pollici, premendo mentre scendo.
Massaggiando la parte controllo se qualche punto mi risulta più dolente e li insisto un po' di più sino a sciogliere il dolore che ho percepito.
Consigliati 30/50 passaggi.

beatrice moricoli e vittorio bergagnini

       Relatori:
Beatrice Moricoli e Vittorio Bergagnini

Per informazioni:
BEATRICE MORICOLI e VITTORIO BERGAGNINI
Tel.: 02/36754200
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
www.dienchan.it

TORNA ALL'ELENCO COMPLETO DEGLI APPUNTAMENTI IN FIERA 

striscia fondo zen-a 2015