zen-a benessere fiere reggio emilia banner web

logo asye

YOGA - ASYE a ZEN-A 2014

VENERDì 11 APRILE 2014

ore 17-18 | PRATICA: "Yoga e Stagioni", con Micaela Rossi - A.S.Y.E.
PALCO AREA GIARDINO ZEN - MODULO 7 PRIMO PIANO

Yoga e stagioni
“Centinaia di fiori in primavera, la luna in autunno, la brezza fresca d'estate, la neve in inverno.Se non occupi la tua mente in inutili cose, ogni stagione è per te una buona stagione.” Wu-men
Ogni tempo dell’anno ha i propri ritmi e caratteristiche. La pratica che viene proposta, accessibile a tutti, consente di mettere in sintonia il corpo e la mente con ogni momento dell’anno.
Yoga è unione, dalla radice sanscrita yuj (aggiogare, unire) e la sequenza di forme, assieme alla la consapevolezza della respirazione, potranno creare nei partecipanti un’armonia dell’io individuale con il tempo delle varie stagioni.
Potrà essere fornita, a richiesta, una scheda grafica della sequenza proposta per proseguire il lavoro personalmente.

Per informazioni e prenotazioni ASYE Yoga a ZEN-A contattare l'insegnante: Micaela Rossi
Tel. Cell.: +39 347/7833181
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
ASYE Tel.: 010/582185 - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
 

 

ore 19-20 | "Tango argentino, meditazione dinamica", con Marcella Oppezzi e Alberto Roti - A.S.Y.E.
PALCO AREA GIARDINO ZEN - MODULO 7 PRIMO PIANO
 
Il tango argentino è un ballo sociale (come lo è il valzer, foxtrot, ecc.) ma con una particolarità: è basato sull’improvvisazione. Tratto distintivo del Tango-danza è la combinazione di passi e figure improvvisati dalla coppia di ballerini, che danno vita a una coreografia strettamente ispirata dalla musica. Quando una donna accetta l’invito da parte di un uomo per ballare il tango argentino, non sa che cosa succederà. Neanche l’uomo ne sa molto. Ciò che lui necessariamente sa è qual è il passo successivo al momento attuale. No, neanche questo è del tutto vero: nel tango le pause fanno parte del ballo e durante una pausa l’uomo può prendere tempo per decidere quale sarà il prossimo passo. La decisione sarà spontanea e sarà figlia dell’ispirazione del momento, della musica, dello spazio a disposizione in una parola del “qui- e- ora”. Imparare a ballare il tango significa imparare a gestire questa comunicazione non-verbale; significa prendere controllo del proprio corpo, del proprio modo di muoversi; significa imparare ad ascoltare ed entrare in armonia con il corpo ed i movimenti (sottili) dell’altro e da tale armonia lasciar scaturire la creatività. Il laboratorio  ha per finalità quello di far sperimentare passo dopo passo, questo affascinante mondo del tango dove nel  “dialogo interiore” che si crea tra la coppia  non è solo l'armonia di due corpi che si genera bensì di due mondi differenti, il maschile ed il femminile. Imparare a ballare tango significa dunque entrare in un compromesso intimo con la nostra interiorità ed in comunicazione emotiva col partner ed il gruppo in una “relazione danzata giocosa”.

Marcella Oppezzi
Iniziata agli studi musicali all’età di cinque anni (pianoforte classico) ed a quelli della danza moderna in età adolescenziale, incomincia a studiare tango nel 2000, apprendendo i primi passi dalle varie realtà tanguere esistenti in allora nella propria città. Tra i suoi primi insegnanti Marcela Guevara Monteleone, e Stefano Giudice. Valutando sin dall’inizio il Tango quale asse centrale della propria ricerca approfondisce la conoscenza e la tecnica dei vari stili del tango, milonguero, salon, tango nuevo attraverso la frequentazione continuativa di corsi colletivi e seminari intensivi, integrati spesso dalla formazione privata tenuti da ballerini argentini di affermato prestigio internazionale tra i quali Esteban Moreno y Claudia Codega, Javier Rodriguez y Andrea Missè, Diego “El Pajaro” Riemer, Chicho Mariano Frumboli y Eugenia Parilla, Sebastian Arce y Mariana Montes, Julio Balmaceda e Corina Della Rosa. Questo percorso di approfondimento la porta anche a Buenos Aires dove fa anche una breve esperienza di insegnamento quale assistente del ballerino Silvio Lavia nel prestigioso Club Grisel. Allieva di Alejandro Aquino negli anni 2006-2008, di cui segue per due anni i seminari intensivi con cadenza mensile integrati da lezioni private, dal 2008 segue regolarmente con cadenza bimestrale i seminari intensivi della coppia di ballerini e coreografi Federico Rodriguez Moreno e Catherine Berbessou in Italia ed all’estero. Dal 2012 a tutto ciò si aggiunge la formazione con Pablo Veron, ballerino, coreografo attore, musicista, interprete del celebre film “Lezioni di Tango” di Sally Potter, internazionalmente riconosciuto come genio e icona del tango argentino degli ultimi 20 anni.
Nel corso di tutti questi anni al fine di giungere ad una proprietà e consapevolezza sempre più profonda del corpo e del movimento musicale, ha integrato lo studio del tango con altre discipline quali thai chi chuan, pilates, danza classica, moderna e contemporanea. A tutt’oggi studia quotidianamente danza.
Da sempre attiva nel mondo del tango come ideatrice ed organizzatrice di corsi di formazione ed eventi a rilevanza nazionale ed internazionale, dal 2012 è co-Direttrice del Festival del tango di Sanremo. www.festivaldeltango.it

Per informazioni e prenotazioni eventi ASYE di Tango Argentino a ZEN-A contattare l'insegnante: Marcella Oppezzi
Tel. Cell.: 335/7013974
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
ASYE Tel.: 010/582185 - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.


SABATO 12 APRILE 2014

ore 15-16 | PRATICA: "Yoga: Mantra, Mudra e Pranayama", con Micaela Rossi - A.S.Y.E.
PALCO AREA GIARDINO ZEN - MODULO 7 PRIMO PIANO

Yoga, mantra, mudrà e pranayama

“Quando le porte della percezione si apriranno
tutte le cose appariranno come realmente sono:
infinite”
                                                William Blake.

La pratica proposta, meno fisica e più meditativa della precedente, è dedicata ai “curiosi dello Yoga”.
Il fine è avvicinare gli Adepti ad alcuni aspetti, spesso trascurati nell’approccio allo Yoga in occidente, ma che costituiscono imprescindibili componenti della disciplina. L’uso del suono, del gesto e del respiro consentiranno, a chi vorrà farlo, di cogliere nuove percezioni , affinare i sensi, trovare rinnovate potenzialità.

Micaela Rossi
Affascinata dallo yoga già dai primi anni '70, intuì che da quelle forme si poteva trarre una grande forza e da subito cominciò ad imitare le figure riprodotte.
Nel 1990 inizia a frequentare la prima scuola yoga nella sua città, da allora ha continuato a praticare e a ricercare nuovi spunti di conoscenza, fino a frequentare a Genova la Scuola di formazione riconosciuta ADO UISP - CONI.
Ha incontrato Maestre e Maestri straordinari: ciascuno di loro le ha lasciato un modo, un’azione, un’intuizione.
Ha praticato in Italia e all’estero con i Maestri, Eric Baret, Rosanna Rizzi Silva, Eros Selvanizza, Boris Tatsky, Jamuna Prasad Mishra. In India, a Varanasi da un Maestro indiano nel 1995 riceve il mantra personale ed insegnamenti su varianti del Saluto al Sole.
Nel 1998 l'incontro con la Maestra di riferimento Gabriella Cella conoscenza ed esperienze Yoga acquisiscono un altro aspetto: tradizione e simboli antichi celati dentro le forme, la narrazione dei miti indiani nel corso dello svolgimento delle pratiche, sono stati gli incanti che continuano ad incantare ogni giorno. È questo il tipo di pratica che – con umiltà e aggiornamento costante - propone nei suoi corsi.

Per informazioni e prenotazioni ASYE Yoga a ZEN-A contattare l'insegnante: Micaela Rossi
Tel. Cell.: +39 347/7833181
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
ASYE Tel.: 010/582185 - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.


DOMENICA 13 APRILE 2014

ore 12-13 | "Stretching Zen, il libero fluire dell'energia nei meridiani", condotto da Paola Baraldi - A.S.Y.E.
PALCO AREA GIARDINO ZEN - MODULO 7 PRIMO PIANO

Lo Stretching Zen consiste in estensioni, stiramenti, allungamenti dei meridiani di tutta la rete energetica del corpo per il raggiungimento di tonicità e flessibilità, sia fisiche che mentali.
Viene trasmesso e praticato con l'utilizzo del DO-IN, efficace antichissima disciplina di LungaVita, è un auto-trattamento facile per tutti da praticare: stimolazioni e massaggi sull’intero circuito energetico per una migliore condizione di benessere.

"Stretching Zen: il libero fluire dell’energia nei meridiani" pratica condotta da Paola Baraldi offrirà la possibilità di abitare il corpo in modo più consapevole, di ascoltare e percepire le proprie tensioni e attraverso semplici esercizi di stretching dei meridiani, respiro ed automassaggio, favorire il rilassamento del corpo-mente per destrutturare dighe energetiche che costruiamo quotidianamente e che bloccano il libero fluire dell'energia, condizione fondamentale per il benessere e per la salute.

Paola Baraldi
Operatrice Shiatsu professionista dal 1999 ed Insegnante dei percorsi professionali avanzati presso ASYE.
Insegna regolarmente Do-In e Stretching Zen (pratiche energetiche orientali dette di "lunga vita"), conduce laboratori su emozioni (utilizzando anche musica dal vivo) con performance attoriali o con la partecipazione di musicisti. E ci-conduttrice di ritiri spirituali e di seminari intensivi di crescita personale. Svolge attività di organizzazione di eventi olistici e volontariato shiatsu a favore di associazioni con scopi di servizio o umanitari. È Socio iscritto FISEO.

Per informazioni e prenotazioni ASYE Stretching Zen a ZEN-A contattare l'insegnante: Paola Baraldi
Tel. Cell.: +39 335/7915282
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
ASYE Tel.: 010/582185 - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Torna all'elenco degli appuntamenti del C.L.D.O.

striscia fondo zen-a 2014